Salone del libro 2021

Dopo due anni di pandemia, finalmente Giovedì 14 Ottobre il Centro di Formazione professionale Cnos Fap di Alessandria ha partecipato al Salone del Libro di Torino. Tema principale del salone è stato Vita Supernova di Dante Alighieri. La scelta non è casuale: l’immagine della stella “supernova”, infatti, rappresenta l’esplosione, la speranza e la rinascita. Quale migliore occasione se non questa.

L’evento ha permesso agli alunni della prima e seconda Operatore ai servizi di impresa, di poter documentare una serie di particolari utili per il loro percorso formativo/personale e, contemporaneamente, di percepire un’atmosfera di condivisione e cultura. I ragazzi hanno osservato l’allestimento dei vari stand, documentando testi, autori ed editori di fama nazionale e internazionale, mettendosi in gioco, acquistando i libri e partecipando ai giochi organizzati dagli stand. Tra questi lo stand più gettonato è stato quello della Treccani: i ragazzi hanno provato ad indovinare le terzine del Sommo poeta, scoprendo così i versi memorabili di Dante.

Un salone ricco di eventi e di incontri, dunque, con scrittori e scrittrici provenienti da tutto il mondo: Barbara Stielger, Alberto Angela, Alessandro Barbero, per citarne alcuni. Un Salone “nuovo” che ha dedicato un’attenzione particolare alla sicurezza, agli spazi e alla sostenibilità, creando l’innovativa piattaforma digitale SalTo+ e permettendo così di prenotare i biglietti in tempo reale.  Al Salone 2021, inoltre, non è mancato l’omaggio a Luis Sepúlveda, in occasione dell’uscita di Luis Sepúlveda e alla letteratura disegnata, comeZerocalcare e Fumettibrutti.

 “È stata una giornata diversa, ho trovato molta accoglienza e disponibilità da parte di tutti. Mi è piaciuto molto stare in compagnia, conoscerci meglio e aiutarci a vicenda. Che bello aver visto così tanti libri!” Giovanni Paolo Raimondo, 1°OSI

 

“È stata una bellissima giornata, ci siamo divertiti molto, i commessi ci offrivano i gadget e si fermavano a chiacchierare con noi. Questa giornata mi è servita per capire l’importanza di stare in gruppo. Ho scoperto Dante!” Francesca Antochi, 2°OSI

 

Monica Celentano