La condivisione della giornata “Come siamo messi con le regole”

La scorsa settimana i nostri rappresentanti di classe si sono cimentati in una lezione sulle regole; in particolare gli allievi hanno tenuto “banco” nelle diverse aule spiegando il filo conduttore che unisce il concetto di legalità a quello delle regole e del pericolo che si incorre se si utilizza la furbizia in modo negativo. A questo proposito, i rappresentanti hanno fatto un breve brainstorming sui tre concetti e, in seguito, hanno domandato ai loro compagni in quale ambito oggi la legalità funziona (scuola/tempo libero), se la furbizia è utilizzata in modo positivo o negativo e cosa succede se si abusa della furbizia negativa. Quest’attività ha suscitato molto interesse e curiosità nelle diverse classi e, grazie al lavoro di equipe dei rappresentanti, possiamo ben dire di aver fatto un primo passo verso il concetto di Legalità.

Avanti così!

L’Equipe educativa

“Come siamo messi con le regole”

Quest’anno il nostro Centro di formazione professionale ha partecipato all’ottava edizione dell’evento “Sulle regole”, organizzato da Unisona in diretta streaming. Protagonista indiscusso l’ex magistrato, giurista e saggista Gherardo Colombo, il quale, attraverso un’apposita chat, ha risposto alle domande che ponevano gli studenti. Il tema principale della mattinata si è concentrato sul senso delle regole, sul loro significato intrinseco e sul come farle nostre per poter convivere con esse.

L’obiettivo di Gherardo Colombo è stato quello di creare una presa di coscienza generale sui grandi temi della Costituzione e della cittadinanza attiva (“la libertà comporta esercizio di responsabilità”), sottolineando che il male della nostra società non è l’odio ma l’indifferenza, che tutti gli esseri umani hanno pari dignità sociale e che per questo nessuno può/deve limitare i diritti altrui.

A tal proposito, l’ex magistrato si è soffermato a ricordare la Shoah e la violenza che ancora oggi viene esercitata nei confronti delle donne, sottolineando l’art 3 della nostra Costituzione come monito di vita. La mattinata di approfondimento giuridico e di scambio “alla pari” ha entusiasmato i nostri rappresentanti di classe che nelle prossime settimane saranno protagonisti di ulteriori importanti incontri.

 

Monica Celentano

La shoah entra nel cuore dei ragazzi del CFP

Per prepararci alla giornata della memoria del prossimo 27 gennaio 2022, il nostro CFP ha ospitato nelle giornate dell’8, 9 e 11 novembre la Prof.ssa Paola Vitale, rappresentante della comunità ebraica di Torino.

La sua testimonianza personale ha dato ai nostri ragazzi l’occasione per poter riflettere ed elaborare insieme alcune domande. Attraverso lavori di gruppo, infatti, gli allievi hanno espresso i loro pensieri e dubbi alla professoressa che, con grande umiltà e generosità, si è prodigata nel rispondere.

La shoah entra nel cuore dei ragazzi del CFP e per questo motivo noi vogliamo ringraziare la prof.ssa Paola Vitale per essere riuscita con la propria forza a coinvolgere tutti i ragazzi del nostro CFP nella sensibilizzazione relativa a questo periodo particolarmente buio della Storia attuale… per non dimenticare!

Al giorno d’oggi, infatti, il nostro mondo è ancora afflitto da guerre che coinvolgono civili, soprattutto donne e bambini a cui vengono sottratti i diritti fondamentali, quali: gioco, studio e lavoro. Per evitare che “la storia si ripeta” ci auguriamo che, attraverso la testimonianza della professoressa, i giovani possano costruire un mondo migliore.

L’equipe educativa

Ottobre mese del missionario

Per celebrare il mese dedicato alla riflessione sulla missione dei credenti nel mondo, abbiamo accolto nelle nostre aule  le esperienze vissute da giovani che per scelta hanno deciso di trascorrere diverso tempo in alcuni Paesi del mondo.

Attraverso filmati e foto i nostri studenti hanno potuto vivere “virtualmente”  la quotidianità dei missionari e delle persone incontrate durante il loro apostolato.
Ringraziamo Don Mauro Bruscaini, Alessandro Cutruppi, Alessandro Bucco, Federico Luciano e Federica Laurent  per le loro disponibilità e preziose testimonianze!
L’equipe educativa

Il missionario Alessandro Bucco

I ragazzi della 2 Automotive insieme al missionario

 

Consegna attestati ad CFP dei Salesiani di Alessandria

Sabato 8 febbraio 2020 si è svolta, come ogni anno, la cerimonia di consegna degli attestati agli alunni qualificati del centro di formazione professionale CNOS FAP di Alessandria.

Un tradizionale momento di incontro in amicizia per scambiarsi un saluto, notizie sulla vita personale e professionale e condividere, in molti casi, la gioia di aver intrapreso un percorso lavorativo concreto grazie alla partecipazione ai corsi di formazione professionale regionali.

All’introduzione e al saluto della Direttrice Lidia Magrassi ha fatto seguito il saluto accorato del direttore dell’Opera Salesiana don Luigi Compagnoni, che per la prima volta ha partecipato in Alessandria a questo momento tradizionale.

La parola è passata quindi al prof. Angelo Teruzzi, direttore del Servizio per la pastorale scolastica della Diocesi di Alessandria, che ha sottolineato l’importanza di luoghi di formazione che offrono, oltre alla pratica professionale, un orizzonte di senso all’intera esistenza.

A lui ha fatto seguito il saluto del presidente dell’Unione ex Allievi Giovanni Salerno, che ancora una volta ha testimoniato il prezioso lavoro di accoglienza e accompagnamento che svolgono nelle aziende del territorio tanti allievi passati dal Centro don Bosco.

L’intervento di Lodovico Como, referente orientamento e operatore per i servizi al lavoro del centro, ha restituito qualche dato sulle risposte offerte dai 100 qualificati nell’anno formativo 2018/2019, come esposto nella tabella

Oltre il 65% dei qualificati ha svolto in questi mesi attività lavorative a seguito del corso di formazione svolto, nel 50% dei casi sono considerate coerenti con le attività oggetto del corso.

Un risultato eccellente che nasce da una stretta collaborazione con le imprese del territorio, rappresentate in questa giornata da Angelo Dragonetti (Bonino SpA) e da Gianluca Spina (GEFIT SpA) che hanno portato il loro saluto e hanno invitato gli ex-allievi a non accontentarsi e a raccogliere la sfida dell’aggiornamento continuo, dopo aver avviato (o riavviato) il proprio percorso professionale.

 

Sal Day 2019

Si è svolta nella giornata di giovedì 30 maggio 2019 l’edizione annuale del SAL DAY 2019, la giornata che i centri di formazione professionale CNOS FAP di tutta Italia dedicano all’ incontro tra aziende e allievi per promuovere l’inserimento lavorativo degli allievi prossimi alla qualifica attraverso gli sportelli per i Servizi Al Lavoro.

Gli allievi del CFP si sono ritrovati “A tu per tu con le imprese”, in un serrato susseguirsi di colloqui, scambio di informazioni e curriculum vitae che ha visto impegnato un numero consistente di realtà aziendali e produttive del nostro territorio (Gualapack, Neoceram, Gefit, Abazia, Bonino, Tema, Bierredi, Paglieri, La Sicilia in bocca, Cisl Alessandria-Asti, Consorzio Proplast, FabLab, Mino, Simal, Costa Poco, Arfea, Libreria Berardini, Anfossi  Abbigliamento).

Un’occasione per gli alunni di sostenere un vero colloquio di selezione in vista di future opportunità, ma anche un’opportunità per apprendere dalla viva voce delle imprese del territorio quali competenze e abilità sono oggi necessarie per essere apprezzati sul mercato del lavoro.

Un secondo momento di incontro e di ringraziamento – con la partecipazione della dott.ssa Marinella Bonomo (responsabile Education e Formazione Confindustria Alessandria) e di Giovanni Casaleggio, Console dei Maestri del Lavoro della Provincia di Alessandria – è stato dedicato a una restituzione alle aziende del valore essenziale della loro collaborazione: nell’ambito dei 12 corsi di qualifica e diploma per giovani e adulti sono stati avviati allo stage 155 allievi, per un totale di più di 50mila ore di formazione svolte in azienda.

Di queste una parte si è svolta nella cornice dell’apprendistato per il conseguimento della qualifica e del diploma professionale, il cosiddetto “apprendistato duale”, progetto innovativo  in cui il centro di formazione professionale e l’azienda collaborano a stretto contatto per realizzare gli apprendimenti previsti sia in aula che in situazione concreta di lavoro.

A tutto questo si aggiungono i 23 tirocini attivati alla data attuale, che spesso danno seguito a una esperienza positiva di stage curricolare e che sono destinati ad aumentare con la conclusione delle attività formative a giugno.

Ragione per guardare avanti con speranza e impegno, con una “foto di gruppo” che rappresenti plasticamente l’ormai imprescindibile legame tra aziende, territorio e formazione professionale salesiana.

 

 

 

 

 

 

L’Academy BMW fa tappa ad Alessandria

I ragazzi del corso Biennale di Operatore ai Veicoli a Motore del CnosFap selezionati per il progetto Academy BMW

Sono sei gli allievi del corso “Operatore alla riparazione dei veicoli a motore” del CFP CNOS-Fap di Alessandria selezionati per l’Academy BMW, il progetto di orientamento, selezione e formazione studiato da BMW e promosso da Randstad a livello nazionale, dal nord al centro Italia.

Per BMW lo sviluppo del personale è così fondamentale che il progetto partirà, dopo la selezione di tutti i candidati, proprio dalla formazione sulle soft skills, ormai ritenute le competenze più cruciali per investire nei talenti. Successivamente la formazione verterà sui prodotti e le tecnologie del Gruppo, con l’obiettivo ultimo di inserire giovani tecnici specializzati nella rete di assistenza di BMW Group.

Il progetto è interamente sponsorizzato dall’azienda e prevede la partecipazione altamente qualificata di BMW Group Training Centre, struttura dedicata alla formazione della nota Casa Automobilistica.

Secondo Martina De Mori, referente dei rapporti con le imprese per il CFP CNOS-Fap di Alessandria, questa iniziativa rappresenta “uno strumento formativo innovativo rispetto al passato, che dà valore alla componente attitudinale delle persone, poiché consente ai futuri qualificati nell’ambito del settore Automotive di rafforzare ulteriormente le competenze professionali e trasversali”. Il Direttore del Centro, Mauro Teruggi, ha definito questa opportunità come una “virtuosa collaborazione tra eccellenze nei rispettivi ambiti”.

I ragazzi incontrano l’Avis

Il giorno 22 gennaio si è svolto un incontro bellissimo e molto importante per i nostri ragazzi.

I volontari dell’AVIS Alessandria e AVIS Valenza hanno voluto promuovere la formazione del Primo Soccorso e la Donazione del Sangue.

Nella prima parte della mattinata i volontari del primo soccorso dell’Avis di Valenza hanno spiegato quanto sia importante la tempestività del primo soccorso e, grazie all’aiuto di un manichino, hanno illustrato le tecniche di approccio alla vittima in difficoltà, dal come avvicinarsi al come agire in caso di emergenza.

I tecnici hanno poi spiegato nel dettaglio alcune pratiche come il massaggio cardiaco e, con grande entusiasmo, i nostri ragazzi si sono messi in gioco provando ad effettuare questa tipologia di azione. E’ stato ribadito ovviamente il concetto di emergenza ed il numero da chiamare in caso di necessità, ovvero il numero unico 112 dal quale possono partire diverse tipologie di interventi.

Nella seconda parte della mattinata i volontari dell’Avis di Alessandria hanno spiegato l’importanza della donazione del sangue e di quanto questo gesto sia importante per salvare delle vite.

Il sangue donato è destinato alle persone vittime di incidenti, durante gli interventi chirurgici, alle persone trapiantate o che necessitano di una trasfusione. Davvero un piccolo gesto che può fare molto e che salva delle vite.

L’essere donatore aiuta anche a fare prevenzione verso noi stessi poiché, quando si diventa donatori, si viene monitorati a livello medico e quindi si riesce a tenere meglio sotto controllo la propria salute.

Per chi volesse è possibile donare anche il plasma o le piastrine importanti tanto quanto il sangue.

Speriamo che anche i nostri ragazzi possano diventare donatori attivi per poter aiutare tante persone.

Donare Sangue, un piccolo gesto che può salvare una vita. Semplicemente Un Gesto D’Amore Importante! Avis

La domenica delle follie

Il nostro Centro di Formazione Professionale è stato impegnato quest’anno nella promozione all’interno delle classi del valore del gioco (sportivo e sociale) come strumento di crescita psicofisica e sociale, oltre che come utilissimo canale di prevenzione del disagio giovanile.

Dal progetto “ALL-IN” per la prevenzione del gioco d’azzardo patologico sviluppato dal SER.D. (Servizio per la Prevenzione delle Dipendenze dell’ASLAL) nasce questo video elaborato interpretando con le nostre voci un racconto di Italo Calvino, La domenica delle follie (scarica qui il testo)

Alla scoperta della Biblioteca Civica

Nelle giornate di venerdì 28 aprile e di Giovedì 11 maggio gli allievi delle classi seconde e terze (Operatore Meccanico e Operatore Servizi di vendita) hanno avuto la possibilità di visitare la Biblioteca Civica usufruendo di un percorso di avvicinamento alla lettura e alla conoscenza dei servizi bibliotecari.

Attraverso la visita gli allievi hanno potuto conoscere meglio la struttura, la storia “passata” (il nucleo originario delle raccolte è costituito da fondi librari di biblioteche conventuali pervenuti al Comune di Alessandria in età napoleonica a seguito della soppressione delle corporazioni religiose, per poi impreziosirsi di acquisti e donazioni) e la sua più recente evoluzione da biblioteca a polo culturale e mediateca.
E’ stata presentata la modalità di catalogazione internazionale dei volumi e le modalità di consultazione dei cataloghi attraverso il motore di ricerca Librinlinea e le modalità di prestito.
Nell’arco della visita è stata proposta la visita della sala dedicata al fondo locale, per poi passare a uno stimolante percorso sensoriale svolto all’interno delle sale storiche.

2MM_biblio1
Attraverso l’uso di sensi apparentemente non collegati alla lettura si valorizzano tutti quegli elementi (l’odore dei libri e degli scaffali di legno, il fruscio delle pagine, la consistenza stessa della carta) che concorrono alla fruizione globale di un testo.
Un percorso di riscoperta della lettura e della biblioteca stessa come bene collettivo di cui spesso ci dimentichiamo.

Per ulteriori informazioni
http://www.comune.alessandria.it/servizi/cultura-e-turismo/
http://www.cultural.it/